SCOPRIRE CAGLIARI

Scoprire Cagliari è un’esperienza unica e, come tutte le cose belle, richiede del tempo. Per immergersi a fondo nella sua cultura, nelle sue abitudini e per scoprire la sua storia è necessario almeno qualche giorno.

Costruita su sette colli come Roma, Cagliari si staglia ripida volgendo lo sguardo a sud e ad est sul Mar Mediterraneo. La città, nella sua moderna fisionomia, conserva ancora ben visibili le tracce delle sue diverse dominazioni: fenici, cartaginesi, romani, pisani, liguri, spagnoli, francesi e piemontesi abitarono il territorio lasciando un’impronta indelebile del loro passaggio, che ha contribuito a plasmare il volto di una città antica, ma al tempo stesso proiettata al futuro. Oggi il capoluogo sardo accoglie una popolazione sempre più cosmopolita, che abita i quartieri storici e contribuisce ad una ricchezza ed una vivacità culturale comune a molte città affacciate sul mare.

ITINERARI GENERICI

I quartieri storici

Cagliari ha quattro quartieri storici, ognuno profondamente diverso per fisionomia e identità. Castello colpisce per la sua impostazione medievale, con le sue robuste torri e mura; Marina conserva quella vocazione cosmopolita del quartiere commerciale; Stampace colpisce per le sue chiese e Villanova sembra quasi un paese dentro la città.

Cagliari archeologica

Cagliari conserva ancora alcune interessanti aree archeologiche: la necropoli fenicio-punica di Tuvixeddu - la più grande del Mediterraneo - l'anfiteatro romano, da poco restituito alla pubblica fruizione, fino ad arrivare alle antiche ville come quella di Tigellio e agli ambienti sotterranei della cripta di Santa Restituta e il carcere di Sant'Efisio.

I musei e le gallerie d'arte

Oltre alla bellezza che immediatamente salta agli occhi, Cagliari custodisce uno scrigno di tesori d'arte d'inestimabile valore. Sono tanti i musei e le gallerie che espongono capolavori di tutte le epoche. Il complesso museale più importante - la Cittadella dei Musei - ospita, tra gli altri, il Museo Archeologico e la Pinacoteca Nazionale. Un posto di rilievo è occupato dall'arte contemporanea: il complesso dei Musei Civici offre una visione suggestiva e all'avanguardia dell'arte sarda tra fine Ottocento e i giorni nostri, dando un importante valore alle mostre temporanee.

ITINERARI TEMATICI

I miei itinerari hanno sempre l’obiettivo di sviluppare un tema. Può essere un periodo storico, un personaggio del passato, ma anche un aspetto della cultura o della tradizione. Credo che cucire una narrazione attraverso un filo conduttore sia il modo più efficace ed interessante per raccontare il territorio nei suoi aspetti più affascinanti e stimolare la curiosità di chi cerca un’esperienza di contatto con il luogo e la sua storia.

Violante Carroz, passata alla storia col nome di “Violante la sanguinaria”, fu una donna temuta, rispettata ma anche odiata dalla nobiltà e dal popolo. La sua vita fu tutt’altro che facile e il suo nome sembra essere legato a delitti efferati e misteri irrisolti.
“Cogas”, “hechizeras”, “bruxias”: in una parola streghe. Da sempre invocate per allontanare la morte, propiziare i raccolti e alleviare le sofferenze, le streghe erano depositarie di un antico sapere femminile tramandato da generazioni.
Sulla scia degli ideali di libertà promossi dalla Rivoluzione Francese del 1789, anche Cagliari visse l’assolutismo monarchico con sentimenti di insofferenza presto destinati a trasformarsi in sete di rivalsa.
Dall'VIII secolo fino alla metà del XIX secolo furono numerosi i tentativi di incursione araba in Sardegna. Chiamati Saraceni, Mori e Barbareschi, i Pirati condizionarono la storia politica dell'isola e alle loro scorrerie sono legate numerose leggende.
Spesso ignorate e dimenticate, talvolta occultate dalle ingombranti presenze della città moderna, le epigrafi sono capaci di svelare i misteri più reconditi e raccontare le curiosità più bizzarre di ogni società che le ha prodotte.
Tuvixeddu è uno tra i sette colli di Cagliari e custodisce secoli storia, antichi culti e misteri, ma, soprattutto, contiene la più grande necropoli punica del Mediterraneo
Che la città di Cagliari costituisse uno dei vertici del “triangolo magico” dello spiritismo italiano non è più fonte di mistero. Con l’avvento dei Savoia e il successivo peso della Sardegna nella causa risorgimentale, Cagliari ha accolto personaggi carismatici accomunati dalla passione per l’esoterismo che qui hanno cercato risposte.
Al centro di un’eterna lotta tra poteri, Cagliari ha scritto la sua storia con il sangue. Marchesi, vicerè ed ecclesiastici sono stati vittime ecarnefici di efferati delitti consumati tra le spesse mura del quartiere Castello.
Era il 1492 quando il temuto Thomas De Torquemada nominò Sancho Marin Inquisitore e capo del Tribunale del Sant’Uffizio di Cagliari per conto del re di Spagna Ferdinando il Cattolico. Da questo momento la Sardegna si trovò ad affrontare uno tra i periodi più bui dell’intera storia d’Europa.
Il Cimitero Monumentale di Bonaria custodisce segreti e storie di un passato recente, cristallizzato in splendide opere d'arte funeraria che raccontano l'evoluzione stilistica, i gusti, le mode e le contraddizioni della città di Cagliari tra Ottocento e Novecento.
Sul finire del XIX secolo e i primi vent'anni del XX secolo, Cagliari era una città culturalmente viva, vivace e aperta che, sotto la guida del sindaco per eccellenza - Ottone Bacaredda - si stava trasformando in una capitale europea, florida di spunti artistici e per questo capace di attrarre scrittori, intellettuali e viaggiatori che ne furono letteralmente conquistati.

ITINERARI TEMATICI SPECIALI

Questi itinerari, essendo strettamente legati alla stagionalità di eventi particolari o ricorrenze, non vengono ripetuti. Si svolgono, quindi, con cadenza annuale.

STAI CERCANDO UN HOTEL A CAGLIARI?

Prenota qui il tuo soggiorno e risparmia!

Info e contatti utili

Sito ufficiale del Turismo a Cagliari
Sito ufficiale dei trasporti urbani a Cagliari
Sito ufficiale dei trasporti extraurbani