Cagliari rivoluzionaria: da “sa die de sa Sardigna” alla congiura di Palabanda

Sulla scia degli ideali di libertà promossi dalla Rivoluzione Francese del 1789, anche Cagliari visse l’assolutismo monarchico con sentimenti di insofferenza presto destinati a trasformarsi in sete di rivalsa quando – il 28 Aprile 1794 – i miliziani e il popolo cacciarono dalla Sardegna il vicerè Vincenzo Balbiano e i funzionari della corte sabauda. Ma quest’atto eroico era destinato a dissolversi in fretta a causa dei dissapori interni alla classe dirigente che si era posta a guida del cambiamento. Così, quasi vent’anni più tardi, alcuni uomini meditarono in segreto una congiura per rovesciare il governo. Ma qualcosa andò storto, cambiando per sempre il corso degli eventi e seminando per le strade terrore e morte.

INFO

Giovedì 26 Luglio

Ore 20.00

1 ora e 30 minuti

€6 euro adulti.

bimbi sotto i 10 anni gratis.

LUOGO D’INCONTRO

Piazza Aquilino Cannas (fronte Porta Cristina).  Il percorso terminerà in viale Buoncammino.

PRENOTA

Tramite telefono, sms o whatsapp al 348.5223897. Ricorda di indicare il tuo nome e il numero dei partecipanti

La prenotazione è obbligatoria!

DETTAGLI

Difficoltà: facile prevalentemente su rettilinei con tratti di scale e lievi pendenze.
Il percorso si svolge totalmente in esterna.

Quartiere Castello. Torri, Arsenale, mura spagnole, piazze, Cattedrale.

Sono ammessi cani di piccola e media taglia tenuti al guinzaglio.

Escursione garantita anche in caso di lievi piogge.
Parcheggio gratuito in V.le Buoncammino e a pagamento lungo V.le Regina Margherita e Via Ubaldo Badas

Tour collegati